"IL MANIFESTO", il 4 settembre 1999.

 

PRECISAZIONE:

L' articolo, "Un criminale di guerra II gorilla di Tudjman", di Giacomo Scotti, pubblicato sul manifesto dell' 11 agosto scorso, Ŕ stato tradotto nel giornale croato "Novi list" sotto il titolo "Tudjman preso di mira dall' Aia". Nell' articolo menzionato si Ŕ constatato che il governo del presidente della Repubblica croata, Franjo Tudjman, ha estradato al Tribunale internazionale dell' Aja il sospetto Vinko Martinovic, chiamato "Stela" e che l' estradato era comandante della milizia neofascista HOS (forze armate croate) a Mostar nel 1992. (...)

Si tratta di un' informazione inesatta perchÚ le volontarie HOS, formate dalla parte dell' HSP (Partito croato del diritto) col presidente Dobroslav Paraga nel 1991, durante la guerra difensiva in Croazia, sono state riconosciute come parte regolare delle HV (esercito croato) conformemente alla decisione della Corte di cassazione della Repubblica croata nel 1994, e anche conformemente alla decisione del presidente della Repubblica di Bosnia -Herzegovina, Alija Izetbegovic. (...)

La veritÓ Ŕ che Vinko MartinoviŠ, estradato all' Aja apparteneva alle HOS. Dopo che il suo comandante, generale Blaz Kraljevic era stato ucciso e dopo l' annullamento delle HOS in Bosnia-Herzegovina, Ŕ passato all' HVO (Consiglio croato di difesa) dove Ŕ diventato lo strumento della politica vergogonosa dell' epurazione etnica dei bosniaci e della conquista territoriale della Bosnia-Herzegovina insieme agli estremisti ostinati, sostenuti dal presidente Tudjman e anche in accordo con i comunisti serbi e fascisti di Belgrado. Peccato che l' opportunista Martinovic Stela appartenesse alle HOS (...)

Nell' agosto di quest' anno l' accusatrice principale dell' Aja, Louise Arbour, ha aperto un' inchiesta contro il presidente Tudjman e gli altri a causa del sospetto fondato che l' ex generale della JNA (esercito jugoslavo nazionale) nel regime del tiranno e dittatore Josip Broz Tito, ripartiva lo stato indipendente di Bosnia e Herzegovina e rispetto a ci˛ ha eseguito l' agressione su questa repubblica sovrana, la vicina della Croazia.

Goran Jurisisc, relaz. pubbl.

Partito croato del diritto 1861.

Zagabria